Childfree.

Se siete childfree l’Inghilterra è il paese che fa per voi. Pieno di spazi per persone senza figli. Mi si è aperto un mondo. Io l’ho sempre sostenuto: non ho figli e non voglio averne, perché devo sopportare quelli altrui? E vi assicuro che i bambini italiani sono i peggiori.

I motivi per cui sono childfree:
1) ho un morboso interesse per la teratologia con conseguente fobia che mio figlio possa avere una malformazione.
2) sono felice come sono. Non credo che avere un bambino urlante che non mi fa dormire la notte, a cui devi cambiare il pannolino di continuo possa aiutare quando torno stanca dal lavoro. Infatti, se c’è una cosa che mi fa imbufalire, sono le “breeders” (allevatrici) che ti stracciano i marini su come la maternità sia stancante: hai voluto la bicicletta e mo’ pedali! Che ti aspettavi un cicciobello a cui potevi rimuovere le pile?
3) non sono ancora soddisfatta della mia carriera. Buttare tutto all’aria per un bebè che non desidero dopo tutta questa fatica, non mi sembra il caso.
4) già faccio fatica ad accettare il mio corpo, figuriamoci vederlo trasformato in moby dick. E anche qui, le gravide che si lamentano di essere/sembrare grasse mi irritano come un’ortica.
5) tutte le conseguenze rarissime post partum. So già che a me capiterà la più imbarazzante, umiliante e disgustosa.
6) l’idea di una cosa senza via d’uscita mi fa impazzire. Se durante l’adolescenza si dimostra turbolento non posso liberarmene.
7) l’idea che possa diventare tutto quello che odio mi terrorizza.
Detto questo, prima che il bigottismo e le idee medievali possano prendere il sopravvento su un vostro giudizio, se concordate nell’essere childfree, in UK troverete comprensione. Un sacco di persone sono childfree. Stanno pure discutendo di fare voli childfree (un po’ più cari, se li fanno e la differenza è intorno ai £100, mi faccio l’abbonamento!). Se cercate una casa in affitto la dicitura: “No smokers, no pets, no children” è molto frequente. Se volete andare a cena fuori in un ristorante elegante, scordatevi i “doni del signore” perché sarete rimbalzato, soprattutto durante il weekend (venerdì, sabato e domenica sera).
Se poi volete la mia opinione tra maternità e medicina veterinaria, è molto semplice. Sono inconciliabili. Se volessi essere una buona madre sarei una mediocre veterinaria e viceversa. E io voglio dare il meglio di me nella mia carriera.

Leave a Reply