Cosa si aspetta la gente da un medico veterinario?

Me lo chiedo da un po’… Cosa si aspettano “i profani” (come li definiva un mio libro di anatomia, probabilmente scritto prima dell’800)?

Perchè se un animale sta male si consulta l’allevatore (che è come chiedere un consiglio alla babysitter riguardo ai propri figli), al toelettatore (che è come chiedere consiglio alla parrucchiera su una malattia della pelle) o al farmacista (qui mi astengo, il lavoro del farmacista è consegnare il farmaco PRESCRITTO dal medico o medico veterinario, punto. Nessun “Metta questa crema al cortisone che si sistema tutto”!)?
Ma mai al veterinario. O meglio, gli si chiede un consulto dopo che le alternative qui sopra hanno fallito (ma va’?) e quando si mostra la parcella si viene subito tacciati di essere dei ladri o esseri senza cuore.

Come ho già scritto, sfido a trovare un chirurgo plastico che mi faccia una liposuzione coi fiocchi aggratis perchè lui ama la medicina.

Cosa vi posso dire.

Tenendo a mente che il bene e il male c’è dappertutto, un sondaggio della rivista DVM360° ha evidenziato che al 69% dei medici veterinari importa dei pazienti, al 23% di far felici i clienti (che a volte non coincide affatto con il bene del pet) e all’8% dei soldi (è uno studio americano, il veterinario italiano all’arricchirsi ha già rinunciato, gli basta non arrivare in rosso alla fine del mese).

Ma davvero non capisco. Gente che spende migliaia di Euro per una particolare razza (però la compra nei negozi, per risparmiare) e poi si lamenta del costo della prestazione del medico veterinario. Quindi, cosa vi aspettate da un veterinario? E da un medico? Perchè un veterinario deve lavorare gratis, mentre il medico ha il diritto di arricchirsi? Dov’è la differenza?

2 comments on “Cosa si aspetta la gente da un medico veterinario?

Leave a Reply