Dissertazioni sulle stravaganti abitudini alimentari inglesi…

Innanzitutto, gli Inglesi, a seconda dell’ora, danno al pasto un nome diverso (vedi immagine seguente).

Come potete vedere, praticamente mangiano a tutte le ore.

E anche di tutto.

L’ordine non conta.
Potete fare colazione con salsiccia, uova e funghi e cenare con biscotti e caffè-latte.

Ho trovato molto suggestivo il fatto che i ristoranti aprano alle 12 (noon) e chiudano verso le 22 (ah, qui oltre le 9 non si mangia! Effettivamente, con tutte le occasioni che avete avuto per mangiare qualcosa, proprio adesso che il locale sta chiudendo???).
Se poi andate nei cafè, mentre voi state facendo la merenda delle 16, il gruppetto di arzille vecchiette sedute al tavolo a fianco al vostro è molto facile che si stiano gustando il pranzo, con quell’odore di aglio che vi rovina la vostra fettina di torta, apparentemente disegnata da Walt Disney.

Tuttavia, i locali prestano molta attenzione ai vegetariani/vegani (c’è sempre una scelta di questo tipo in qualsiasi locale, con relativo bollino), alle intolleranze alimentari (in alcuni locali i piatti contenenti noci sono segnalati, e insieme compare una scritta che dice di avvisare lo staff nel caso si dovesse soffrire di allergie [alimentari]) e, infine, ai piatti piccanti.

Insomma, un vero attentato alla forma fisica!!!

3 comments on “Dissertazioni sulle stravaganti abitudini alimentari inglesi…

  1. Sono stata un mese in Inghilterra quando ero già all'università, in una fattoria con un progetto che si chiama WWOOF (molto carino per viaggiare a basso prezzo!) e mi sono rimaste impresse due cose:
    – quanto mangiano MALE gli inglesi, delle cose veramente agghiaccianti
    – quanto sono zozzi! che un italiano mediamente zozzo come me ha paura a sedersi su una sedia!

    detto questo, il paesaggio era fantastico, l'amore e il rispetto per gli animali e la natura al di là della nostra immaginazione, i fiumi di birra una pacchia! 😀

Leave a Reply