Home sweet Home – part 2

Finalmente la mia casina prende forma. L’ho presa non arredata, pensavo mi costasse un patrimonio arredarla, invece, grazie ai charity shop sono riuscita a risparmiare qualcosina.
Cosa sono i charity shops? Questi negozi vendono mobili e ogni sorta di oggetto (da vestiti, a libri, a videogiochi, a cianfrusaglia) di seconda mano, ma i proventi vanno a scopo benefico. Hanno prezzi molto bassi, paragonati al nuovo e per me che partivo da zero con un budget non molto alto sono stati la manna dal cielo. Con £1000 ho arredato TUTTA la casa.

Tuttavia, per gli elettrodomestici, vi consiglio di andare da Hughes e noleggiarli. Pagherete un tot al mese, ma le riparazioni sono incluse nel prezzo e se cambiate casa, ci pensano loro al trasporto degli stessi senza costo aggiuntivo.
Adesso sto aspettando che mi portino le ultime cose del salotto.
Sono anche riuscita ad avere il conto in banca inglese.
Ieri sono andata al cinema con la mia collega e la sua numerosa famiglia.
È strano, ma mi sembra di aver trovato finalmente il mio posto al mondo….
Fantastico!

2 comments on “Home sweet Home – part 2

Leave a Reply