Il pollo randagio: strani incontri

Qualche mese fa ci portarono in clinica un pollo. Anzi, una gallina, ma qui la chiamano chicken comunque. Quando la vidi nella gabbia e chiesi cosa ci facesse li’, l’ultima risposta che mi aspettavo era: “It’s a stray!”.

Eh? Una gallina randagia?

Dopo qualche giorno di diffidenza verso la creatura, una domenica mi ritrovai reperibile a badare a lei. Siccome aveva rovesciato la ciotola dell’acqua aveva tutte le zampe, sporche. Mi fece tenerezza e decisi di pulirgliele sapendo che molto probabilmente avrei perso qualche dita.

Tuttavia, la gallinella si fece prendere in braccio e pulire senza battere ciglio. Mi sentii in colpa per aver pranzato con una sweet chillie crispy chicken wrap di McDonald’s. Voi penserete che io sia pazza, ma io parlo sempre con i miei pazienti. Cosi’ mentre le parlavo della mia vita deprimente e le pulivo la gabbia la lasciai libera di scorrazzare per la degenza. Passo’ il tempo vicino a me, controllando quello che stavo facendo e mangiando qualche semino che le era sfuggito.

Da allora, lei divento’ la mia “therapy chicken“: quando avevo un momento libero andavo da lei per una sessione di pet therapy. Le infermiere erano incredule. Nessuno poteva crederci che una gallina potesse addormentarsi in braccio. Ho pregato mio marito per poterla adottare, ma niente. Onestamente, non aveva tutti i torti visto che il nostro giardino e’ grande quanto un francobollo.

Io e il mio pollo randagio

Io e il mio pollo randagio

Un giorno per questioni di spazio, le misero una pila di gabbie davanti alla sua. Si altero’ mica poco! Dopo qualche giorno -quando fu comprovato che non beccava come un avvoltoio- divento’ la beniamina della degenza. Anche le infermiere iniziarono a viziarla.

Volete sapere come ando’ a finire? Purtroppo nessuno la reclamo’, ma per fortuna fu adottata dalla head nurse.

Un bellissimo happy ending per tutti!

E voi? Qual e’ l’animale più strano che vi e’ arrivato in clinica come randagio?

Leave a Reply