Piccolo aiutante di Babbo Natale

Avete presente I Simpsons? La gara dei levrieri?

Ora, non so se e’ perche’ a Varese erano molto in voga i cavalli, ma le gare dei cani mie erano alquanto sconosciute. Ne sapevo dell’esistenza grazie ai Simpsons e a tutte le campagne fatte contro la Spagna.

Ebbene, a Great Yarmouth c’e’ uno “stadium” e la mia capa e’ il veterinario ufficiale della gara.
Purtroppo siamo rosicati all’osso con i veterinari e lei e’ l’unica che si fa questo sbattimento.

Ora, indovinate chi era l’unica scema del villaggio, con abbastanza esperienza da essere messa in mezzo ai trainers, ma non abbastanza esperienza per poter permettersi di rifiutare.
Si, esatto, moi!

Allora, per una volta guardiamo i lati positivi:

  1. E’ estate
  2. Mi conta come notte di reperibilita’
  3. Mollo i weirdos* non più tardi dell’una e mezza.
  4. Ho un giorno di riposo.
*WEIRDOS: termine tecnico per descrivere i miei clienti.
 
Tra 11 giorni saro’ tutta soletta con gli allenatori, che hanno la fama di non essere propriamente le persone più gentili dell’universo.
In passato c’e’ stato un altro vet italiano alle gare!
Perche’ non hai scritto un blog?? Perché non mi hai avvisato?????
Comunque.
Premesso che odio le scommesse fatte sugli animali cani o cavalli che siano e nonostante il terrorismo psicologico fattomi dai miei colleghi (“Guarda che tutti ti odieranno/urleranno dietro/insulteranno), vedere i cani che si divertono e’ un piacere.
Alcuni scodinzolano dall’inizio alla fine. E se vincono si godono il trionfo.
E’ vero, alcuni si infortunano. MA se non sono ferite incompatibili con la vita e che si possono curare,  i cani vengono tolti dalle gare e fatti adottare come pet.
Ma questo e’ il rischio intrinseco delle gare e di qualsiasi sport. Vedi Simoncelli. Vedi Senna.
E poi sembra di stare al mare, sabbia ovunque, in bocca, nei capelli, negli occhi, nelle orecchie…..
Ieri pensavo, chissa’ come sarebbe se si provasse a far gareggiare dei gatti….sono scoppiata a ridere da sola!

Leave a Reply