Suocere Italiane

Una delle infermiere ha il fidanzato con ascendenze italiche. E’ una cosa che qui fa molto “figo”.
Tutti pensano che essere fidanzati con un Italian Stallion sia uno sballo.
Finche’ non incontrano La Suocera. Che la maggior parte delle volte rispecchia lo stereotipo della madre de la belva in “Fracchia e la Belva umana
La giovane ragazza e’ sconvolta dall’invadenza di questa donna. Tutta la famiglia del giovane abita nel raggio di 5 minuti a piedi da uno all’altro.
Suocerfrinzi ha le chiavi di casa della coppia. Ma non le usa per le emergenze. No, va e viene quando vuole, perché lei deve prendersi cura di figghiu suo, in quanto a parer suo la mia collega non ne e’ all’altezza, quindi meglio andare a controllare a caso e con effetto sorpresa. La mia collega non se ne capacita.

Io tutte le volte che sento questi racconti mi scompiscio.
Mia nonna paterna era un’altro esempio dello stereotipo della mamma italiana. A suo parere a mio padre piacevano i 31 (una specie di gnocchi), e hai voglia a spiegarle che in realtà i 31 piacevano a mio zio. Balle! Una cospirazione. A mio padre i 31 sono sempre piaciuti. Capitolo chiuso.

Le seguenti frasi sono quelle che la mia collega mi riporta più spesso. Li traduco come me li sono sentiti dire negli anni di frequentazioni con vari esemplari di maschio italico.

“Oh, figghiu mio, vieni a mangiare da mamma, che a te piace tanto l’arrosto di mamma, che te lo cucina bene, non di fretta come fa la tua ragazza” Notare che al maschio italico in questione, l’arrosto di mamma fa alquanto cagare. Ma Suocerfrinzi non accetterà mai, neanche sotto tortura di ammettere che la nuora cucina meglio di lei.

“Oh, figghiu mio, mamma ti ha comprato le mutande, che se fosse per la tua ragazza andresti in giro senza”. Dopo i 16 anni, tuo figlio dovrebbe comprarsi le mutande da solo. E qui chiudo il discorso.

“Oh, figghiu mio, mamma ti ha preso la torta per il tuo compleanno, perché scommetto che la tua ragazza a queste cose non ci pensa” Notare che la ragazza non solo ha provveduto alla torta, ma tale torta e’ 100mila volte meglio di quella scelta da Suocerfrinzi.

Suocerfrinzi alle amiche “Non potete immaginare cosa figghiu mio mi ha comprato per il mio compleanno…” Peccato che il regalo sia stato scelto proprio dalla tanto odiata nuora, in quanto figghiu suo aveva di meglio da fare come un incontro sportivo amichevole tra amici o una partita alla tele (che non deve essere il derby, un’amichevole San Pancranzio-Villadosia e’ sufficiente come scusa).

“Ah, se non fosse per figghiu mio quei due vivrebbero in un porcile”. Peccato che figghiu suo non sappia nemmeno dove si trovi la scopa. Anzi, forse e’ stata comprata proprio dalla nuora.

“Figghiu mio, come sei sciupato, scommetto che la tua ragazza non si prende cura di te come faceva mamma” Sciupato? Dove? Semmai ha la faccia di uno che ha dormito troppo.

Quanto vorrei che Fracchia la belva umana fosse stato tradotto così che l’infermiera potesse capire questo video! Le si aprirebbe un mondo.

Io non posso lamentarmi. Mia suocera la vedo raramente. E quando la vedo a parte i convenevoli mi chiede solo di farle un livello di candy crush. Suo figlio e’ vivo e vegeto, tendente al paffuto da quando sta con me, questo le basta.

Leave a Reply